Doccia cromoterapica: una piccola SPA a casa tua

Quante volte è capitato di avere un unico desiderio: correre a casa e potersi fare una bella doccia!

Se fino agli anni ‘70 del secolo scorso la vasca era immancabile in ogni bagno accompagnata da un doccino manuale, dagli anni ‘80 in poi la doccia è diventata un must have nei bagni di tendenza.

Doccia: comodità e design

C’è qualcosa di più pratico e rapido di una doccia la mattina appena svegli o subito dopo l’attività sportiva? Proprio per questo, accompagnando il cambiamento degli stili di vita, la doccia ha soppiantato o affiancato la vasca nella scelta dell’arredo bagno.

Ma non tutte le docce sono uguali! Se una volta poteva sembrare un lusso avere un miscelatore e non dover più provare l’acqua con la mano finché non diventava della temperatura giusta, ora che diamo per scontata questa comodità, il mondo delle docce si trasforma ancora diventando sempre più strumento di benessere.

Ai normali soffioni in acciaio cromato, quadrati o tondi, a soffitto o a colonna, oggi si affinca un nuovo tipo di doccia: la doccia cromoterapica.

Il potere dei colori

Prima solo appannaggio delle SPA e degli hotel di lusso, ora la doccia con cromoterapia può essere una coccola che ci si concede anche a casa.

Per capire meglio i vantaggi e il relax che nasce da una doccia cromoterapica bisogna addentrarsi nel mondo dei colori.

Palazzani soffione doccia cromoterapica

La cromoterapia come pratica nasce nell’antico Egitto tramite l’utilizzo di pietre e cristalli, unguenti ed erbe che associavano ai colori diverse potenzialità benefiche o energetiche.

Nella cromoterapia moderna ad ogni colore viene associata un’energia:

  • Rosso: ha valenze sia positive che negative. Da un lato il rosso è il colore dell’amore, dall’altro è il colore del fuoco, e quindi può rappresentare il fuoco, il calore, l’energia e la luce. Questo colore viene associato alla forza, alla salute e alla vitalità ma anche alla gioia e all’energia.
  • Arancione: ha un’azione liberatoria sulle funzioni fisiche e mentali e un grosso effetto di integrazione e di distribuzione dell’energia, inducendo serenità, entusiasmo, allegria, voglia di vivere, ottimismo, positività dei sentimenti, salubre approccio al lavoro, sinergia fisica e mentale.
  • Giallo: viene associato alla parte sinistra del cervello ed è considerato un colore protettivo e concreto, in aiuto a chi è troppo aperto o troppo creativo, associato alla felicità, alla saggezza e alla immaginazione, generatore di buon umore.
  • Verde: colore fondamentale della natura, è il colore dell’armonia: simboleggia la speranza, l’equilibrio, la pace e il rinnovamento. È un colore neutro, rilassante, favorisce la riflessione, la calma, la concentrazione.
  • Blu: è un colore calmante e rinfrescante. Per le teorie di settore, è un colore che calma e modera e che fa dimenticare i problemi di tutti i giorni.

Immaginate quindi a livello energetico la differenza che corre tra una doccia e una doccia cromoterapica. Un’esperienza da provare!